Pronti, attenti… SPORT 2015

postato in: Sport | 0

Sassocorvaro – Piazza delle Contrade
2 Giugno dalle ore 9,00 alle 22
Stand Gastronomico aperto pranzo e cena

+) Torneo Minivolley
Montefeltro Volley
qualificazioni ore 9.00-12.00 finali ore 14.00-17.00

+) Tiro con l’arco
Gruppo rievocazione Corbarius
”Prova l’ebbrezza del tiro Istintivo”

+) Skate Board
A.S.D. Only to Ride Urbania
Scuola Skate gratuita per i più piccoli
Show del campione Italiano Mattia Restante

+) BOXE
Palestra Pugilistica Feretrana
esibizione nel corso del pomeriggio

+) Caccia al Tesoro
MERCATALE
Ritrovo ore 15:00 Piazza Ottaviani
Termine: previsto per le ore 18,30 circa
Info: Fulgenzi Iacopo 338.8379752
C.I.M. Comitato Iniziative Mercatale

+) Passeggiata – Trekking
“TERRE DI SASSOCORVARO: IL LOGO”
Ritrovo ore 8:30 presso Hully Bar di Caprazzino
Rientro: previsto per le ore 14,30 circa
Info: Catia Berzigotti 340.5372519 Villaggioranco
NB: prenotazione richiesta www.villaggioranco.it

 

Locandina_SPORT 2015

Corso di Respirazione Energetica

postato in: Salute e Benessere | 0

TEATRO della ROCCA di SASSOCORVARO

MERCOLEDI 13 MAGGIO 2015 alle ore 20.00

Rebirthing

PRESENTAZIONE CON PROVA GRATUITA DEL CORSO DI
R e b i r t h i n g
(Respirazione Energetica)
RESPIRO CIRCOLARE CONSAPEVOLE
TENUTO DA: Andrea Sartorio
(Operatore Rebirthing – VillaggioRanco)

Per info:
Andrea Sartorio cell. 347 0105225
Mail: info@villaggioranco.it
www.villaggioranco.it

VILLAGGIO RANCO e CORBARIUS in collaborazione con la PRO LOCO di SASSOCORVARO

 

 

Cos’è il Rebirthing
E’ un metodo di sviluppo personale e di benessere psicofisico, realizzato attraverso la
Respirazione, la quale ha un ruolo fondamentale nella vita fisiologica di ognuno di noi ed è
strettamente collegata anche alla vita emozionale e mentale dell’individuo. Cambiare il proprio
modo di respirare significa quindi portare nella propria vita maggiore serenità, forza, vitalità e
creatività. Il Rebirthing ha tra le altre funzioni quella di recuperare il ritmo naturale di respirazione
di ognuno, liberandolo dalle inibizioni costruite dall’ambiente esterno.

Da circa una trentina d’anni è diffuso in molti paesi dell’occidente un metodo di crescita personale che utilizza il respiro e si chiama Rebirthing, che significa letteralmente “rinascita”.

Si tratta di una disciplina che usa una particolare tecnica di respiro unita a una forma consapevole di pensiero.

Cio’ che rende differente la respirazione praticata dal Rebirthing da altre discipline, specialmente dallo yoga e dalle discipline orientali, come pranayama, ad esempio, è che si tratta di un respiro circolare e connesso, cioè senza pause e ritenzione di respiro.

Eliminando le pause si crea una respirazione pranica, cioè che carica l’organismo di prana (o energia vitale) oltre che di ossigeno. Tale processo energetico consente di liberare le memorie cellulari e di produrre dei cambiamenti effettivi in quegli stati come l’ansia, il panico, gli schemi ripetitivi, la depressione, altrimenti difficilmente modificabili.

Man mano che la persona riesce a far diventare la propria respirazione circolare, anche la sua vita lo diventa, nel senso che piu’ si eliminano blocchi, emozioni negative e pensieri limitanti e tutto fluisce piu’ facilmente, con maggiore “circolarità”.

Scopo del Rebirthing è di ristabilire un’alternanza naturale dei ritmi vitali, fisici e psichici, individuando le decisioni e i paradigmi che si sono formati durante il periodo che chiamiamo “scenario di nascita” che comprende il concepimento, la gravidanza, la nascita e il primo anno di vita del bambino.

Infatti le emozioni assorbite in questo periodo e le reazioni istintive agli eventi e all’ambiente in cui il bambino si muove lo portano a prendere delle decisioni che si radicano a livello inconscio, condizionandone successivamente la vita e le relazioni.

Pensieri come: “la vita è lotta”, “ il mondo mi danneggia”, “non merito amore”, “sono pericoloso” ecc. da dove arrivano? Come si sono formati?

Il Rebirthing attiva queste e altre memorie, che si sono fissate a livello cellulare.

Respirando si localizzano i pensieri che stanno creando delle conseguenze di cui l’individuo non si sente responsabile a livello conscio e che probabilmente non portano né benessere né armonia, bensì sofferenza e complicazioni.

Una conseguenza importante nella pratica del Rebirthing e della respirazione circolare è che si impara a diventare responsabili dei propri pensieri e quindi dei risultati raggiunti in ogni ambito dell’esistenza.

Il processo messo in moto dal Rebirthing è rapido e potente, poiché le persone si rendono conto velocemente del loro dolore, della paura e della rabbia che hanno assimilato e accumulato senza trovarvi un adeguato sfogo.

 

Il Rebirthing puo’ essere definito nella molteplicità dei suoi risultati come:

  • Un metodo per superare sofferenze che risalgono addirittura alla fase neonatale, e raggiungere il benessere psicofisico;
  • Un supporto per la psicoterapia, poiché aiuta a toccare in tempi rapidi, traumi e sofferenze radicate a livelli profondi dell’inconscio, offrendo al terapeuta materiale su cui lavorare, che spesso il paziente non riesce a raggiungere solo con il processo mnemonico;
  • Una forma di meditazione, poiché avvicina chi lo pratica a un livello spirituale profondo;
  • Uno strumento di pratica quotidiana per raggiungere e mantenere un buon equilibrio psicofisico.

 

Soprattutto pero’ il Rebirthing è uno strumento per realizzare la crescita personale, il cui obiettivo è una conoscenza più approfondita di se stessi, in modo da poter raggiungere l’autonomia e la completa responsabilità delle proprie scelte, acquisendo inoltre la capacità di comunicare in modo chiaro ed ecologico.

L’insegnamento che offre alle persone è di non dare via il proprio potere, imparare a credere in se stesse, diventando individui autonomi, liberi pensatori in grado di prendersi la responsabilità della propria vita, da vivere pienamente nella bellezza e nella fluidità.

Dal momento della nascita a quello della morte il ritmo dell’esistenza è scandito dal respiro.

Si tratta di un processo vitale di cui quasi non ci accorgiamo, ma di cui è impossibile farne a meno.

Il meccanismo della respirazione coinvolge piu’ livelli dell’organismo, sino a giungere in profondità, influendo non solo su componenti chimiche e meccaniche, ma anche su altri aspetti, come le emozioni.

Infatti nei momenti in cui esse sono particolarmente intense siamo soggetti a una variazione sensibile del ritmo respiratorio, che può interrompersi ( come nel caso di una forte paura che porta all’apnea) oppure intensificarsi ( come quando si è soggetti a un fenomeno di eccitazione).

L’ambiente in cui ogni individuo è nato ed è cresciuto ne ha sollecitato le reazioni emotive, che sono molteplici e qualitativamente differenti. Ognuna di queste emozioni, con il suo ripetersi, ha contribuito a determinare uno schema respiratorio specifico, unico per ogni persona, che ne riflette la sua storia.

Il Rebirthing ha tra le altre funzioni quella di recuperare il ritmo naturale di respirazione di ognuno, liberandolo dalle inibizioni costruite dall’ambiente esterno.

 

Operatore Rebirthing Sartorio Andrea

Rosanna Lambertucci presenta il suo Libro

postato in: Salute e Benessere | 0

Sabato 9 Maggio ore 18.00 Teatro della Rocca Ubaldinesca – Sassocorvaro.

E sono corsa da te, l’ultimo libro di Rosanna Lambertucci, sarà presentato il 9 maggio prossimo, alle ore 18, presso il Teatrino della Rocca Ubaldinesca di Sassocorvaro.

Il volume, edito da Mondadori è il racconto di un esperienza drammatica, ma allo stesso tempo ricca di tenerezza e speranza, vissuta dall’ autrice, assistendo Alberto, la persona con cui era stata sposata e da cui si era separata vent’anni prima.
Tutto inizia il giorno in cui Alberto viene colpito da un’emorragia cerebrale e Rosanna, con cui aveva continuato a rimanere in contatto, non sentendolo come di consueto, si precipita da lui e si rende conto dell’accaduto. Il resto è poi il racconto di un calvario comune purtroppo a tante persone colpite da questo male durato due anni e nei quali Rosanna Lambertucci ha interrotto ogni impegno di lavoro per accudire, seguire, sostenere e accompagnare fino al recupero Alberto. Nella condivisione della sofferenza e nel corso di questo cammino lento e faticoso, riaffiora una tenerezza nuova, rinasce il dialogo interrotto tanti anni prima: Le nostre strade sono tornate a unirsi nel momento del dolore, cos’è scrive ad un certo punto. Ma il volume non parla solo di un episodio di vita; a tratti il racconto diventa una sorta di Manuale di sopravvivenza per chi si trova in una situazione analoga, con tanti suggerimenti utili.

Rosanna

Arca dell’Arte

postato in: Arca dell'Arte | 0

Arca dell’Arte – Premio Rotondi edizione 2014 (Sabato 11 Aprile 2015)

I riconoscimenti, come noto, prendono il nome dall’ex Soprintendente di Urbino Pasquale Rotondi (Arpino 1909 – Roma 1991), che coordino l’Operazione Salvataggio dei principali capolavori dell’arte Italiana nel Montefeltro marchigiano (Sassocorvaro, Carpegna e Urbino).

L’arte di salvare l’arte.
Pasquale Rotondi e il Salvataggio delle Opere d’arte durante la Seconda Guerra Mondiale.

“Il ricordo della vita segreta dei 6.509 capolavori salvati nella Rocca di Sassocorvaro e nel Palazzo dei Principi a Carpegna, nei 5 anni, 3 mesi e 8 giorni di permanenza nel Montefeltro marchigiano, mentre fuori divampava la guerra, non potrà mai essere cancellato”, scriveva così nel suo diario Pasquale Rotondi, il protagonista dell’ Operazione Salvataggio, della più grande concentrazione di opere d’arte mai messa insieme nella storia dell’umanità.

Questi i vincitori scelti dai giurati, per l’edizione 2014.

SEZIONE MONDO
Daniele Petrella, archeologo di Napoli, presidente dell’I.R.I.A.E. (International Research Institute for Archaeology and Ethnology) e direttore della missione Italiana in Giappone: per aver contribuito a far riemergere dagli abissi del mare del Giappone la flotta di Kubilai Khan, risolvendo cosi uno dei più appassionanti misteri nella storia che durava dal 1281.

SEZIONE EUROPA
Ulderico Santamaria
, direttore del laboratorio Diagnostico dei Musei Vaticani, fondamentale per Vattivita di eccellenza scientifica dei 98 restauratori attivi nei cantieri della Santa Sede.

SEZIONE ITALIA
Cineteca di Bologna
, diretta da Gianluca Farinelli, per il suo lavoro altamente specializzato nel campo del restauro cinematografico, in particolare con la sezione nata dalla volontà di Martin Scorsese che provvede a restaurare pellicole provenienti da aree del mondo in cui la mancanza di formazione, mezzi finanziari o tecnologici impedisce un’adeguata opera di salvaguardia del patrimonio cinematografico.

PREMIO SPECIALE PER IL MECENATISMO
Antonio Presti
, che crede nella politica del dono, della condivisione e della valorizzazione e la esercita in una terra difficile come la Sicilia, con l’obiettivo di trasformare luoghi, territori e coscienze attraverso l’educazione alla bellezza.

PREMIO SPECIALE PER LA COMUNICAZIONE
Maria Francesca Alfonsi
, giornalista, ideatrice e realizzatrice per anni della rubrica settimanale, su RAI Regione Marche, di SaIvaMarche ove segnala le emergenze del patrimonio storico artistico e monumentale delle Marche, riuscendo a sensibilizzare l’opinione pubblica sul recupero (spesso riuscito) del patrimonio regionale.

PREMIO SPECIALE PER LA PROTEZIONE CIVILE
ai volontari del Soccorso Alpino Dolomiti Bellunesi
, per aver liberato dalla neve il tetto di Palazzo Ducale di Urbino, dell’Università e di altri edifici del Montefeltro sommersi dalla grande nevicata dell’inverno 2012.

PREMIO SPECIALE PER LA SEZIONE MARCHE
Giorgio Mangani
, editore e geografo, dirige da trenta anni la casa editrice Il Lavoro Editoriale di Ancona specializzata nella storia e letteratura delle Marche (di cui la giuria ha particolarmente apprezzato uno degli ultimi libri da lui editi, Gherardo Cibo, dilettante di botanica e pittore di “paesi”, curato con la scopritrice di Cibo, la professoressa Lucia Tongiorgi Tomasi, dell’Università di Pisa). Mangani si occupa con studiosa competenza di storia della geografia, della cartografia e di geografia culturale.

La cerimonia di consegna del premio, una scultura appositamente ideata dallo scultore iracheno Selim Abdullah (artista che vive e lavora tra Lugano, Milano e Parigi) è stata fissata per sabato 11 aprile 2015 a Sassocorvaro.

 

EVENTI COLLATERALI ARCA DELL’ARTE

Mostra di Opere dell’Artista ILARIO CUOGHI – SCULTURE – GRAFICHE – GIOIELLI
dal 10 aprile al 3 maggio 2015 Sale della Rocca Ubaldinesca

La MArca dell’Arte.
Mostra Fotografica. Sale della Rocca Ubaldinesca – Selezione di fotografia paesaggistica, piazze e monumenti delle Marche.
Obiettivo della mostra-concorso è quello di promuovere la Regione Marche mettendo in mostra le piazze, i monumenti e le architetture dei nostri borghi e delle nostre città.

Presentazione sabato 4 Aprile 2015 ore 16,30 Teatro della rocca Ubaldinesca – Giuria The Marche Experience – www.themarcheexperience.com

 

ARCA 2014

 

Info supplementari:

Comune di Sassocorvaro (PU) 0722. 769015
a.ugolini@comune.sassocorvaro.pu.it

www.arcadellarte.it

ProLoco Sassocorvaro

proloco@sassocorvaroeventi.it

www.roccaubaldinesca.it

La MArca dell’Arte

postato in: Arca dell'Arte | 0

EVENTI COLLATERALI ARCA DELL’ARTE PREMIO PASQUALE ROTONDI

Mostra fotografica “La MArca dell’Arte” a Sassocorvaro (PU)
Inaugurazione sabato 4 Aprile 2015 alle ore 16,30 – Teatro della Rocca Ubaldinesca

TME SASSOCORVARO

LA “MARCA” DELL’ARTE

Selezione di fotografia paesaggistica, piazze e monumenti delle Marche.

Obiettivo della mostra-concorso è quello di promuovere la Regione Marche mettendo in mostra le piazze, i monumenti e le architetture dei nostri borghi e delle nostre città.

The Marche Experience, ringrazia tutti i fotografi che hanno reso possibile questa splendida Mostra Fotografica mettendo a disposizione le proprie opere

www.themarcheexperience.com 

SanValentino 13, 14 e 15 Febbraio (videoclip)

postato in: San Valentino | 0

 

 

Programma SanValentino 2015 PDF

Direttore Artistico Andrea AROMATICO

VENERDI’ 13 Aspettando SanValentino… spegni la luce

Mattino Didattica “Polo scolastico Montefeltro” Sassocorvaro
a cura di “Villaggio Ranco”
Percorso alla scoperta di SanValentino nella Rocca Ubaldinesca
Leggende e Erbe del Montefeltro – Territorio
Visita conclusiva all’oratorio SS.ma Trinità alla Reliquia di SanValentino

ore 18.30
Inaugurazione Mostra “L’Amore e il Mistero”
Rocca Ubaldinesca a cura di Antonio Bortolotti

dalle ore 19.30
Apericena sotterranei della Rocca
Live Music GAP ’77

Mi illumino di meno – Caterpillar

Dalle ore 20,00
Visita guidata/Percorso nella Rocca a lume di Candela
PASSAGGI DI PORTA IN PORTA SUI PASSI DELLA MAGA FOLIA E MUTINO.
Gli antichi misteri della Rocca si risvegliano ed accompagnano, nelle segrete stanze,
gli amanti nel silenzio della notte.
A cura di “Villaggio RANCO”

IMG_6521

IMG_6515

 

 

 

 

 

 

 


SABATO 14 San Valentino… accende il cuore

Mattino Didattica “Polo scolastico Montefeltro” Sassocorvaro
a cura di “Villaggio Ranco”
Percorso alla scoperta di SanValentino nella Rocca Ubaldinesca

ore 14.00
Apertura dell’Oratorio della SS.ma Trinità (aperto fino a sera)
Visita alla Reliquia di SanValentino Martire Prete romano 42 D.C.
Urna delle Promesse (dove riporre la Promessa di Coppia)

ore 15.00
Storia ed Amore nel borgo di Sassocorvaro
Una Passeggiata nel tempo, alla scoperta della Rocca Ubaldinesca e dell’oratorio della SS.ma Trinità
ove sono conservate le reliquie di San Valentino Martire prete romano 42 D.C.
(Prenotazione obbligatoria) per info, costi e prenotazioni: Officina Creativa Montefeltro 3496530416

ore 16.00 Rocca Ubaldinesca
BioSalus Antimo Zazzaroni

Riflessologia Plantare per la coppia
Teoria e pratica (occorrente per la coppia un telo o plaid)
Dott.sa Sonia Basili naturopata e riflessologa

Astrologia Karmica e Archetipica per la coppia
Rossella del Prete coach della comunicazione

dalle ore 18,00
Visita alla “Rocca del Mistero e delle Leggende”

ore 19.00 Oratorio della SS.ma Trinità
Esposizione della Reliquia di SanValentino Martire
Accoglienza e Introduzione del Parroco
ore 19.30 Benedizione degli Innamorati

ore 20,00
Aperitivo di S.Valentino
accompagnati da Musica Hang (strumento percussione in rame)

Dalle ore 20,00
Visita guidata/Percorso nella Rocca a lume di Candela
PASSAGGI DI PORTA IN PORTA SUI PASSI DELLA MAGA FOLIA E MUTINO.
Gli antichi misteri della Rocca si risvegliano ed accompagnano, nelle segrete stanze,
gli amanti nel silenzio della notte.
A cura di “Villaggio RANCO”

ore 20.30
Sotterranei della Rocca Ubaldinesca
Cena a Lume di Candela (posti limitati €20)
per prenotazioni Clara 334.3760711

ore 22.30 Piazza Battelli
“Promesse al Vento” Lancio di coppia di Lanterne volanti
…accompagnati da Musica Hang (strumento percussione in rame)

IMG_6523IMG_6556

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


DOMENICA 15 San Valentino… Terra amabilis

ore 14.00
Apertura dell’Oratorio della SS.ma Trinità (aperto fino a sera)
Visita alla Reliquia di SanValentino Martire Prete romano 42 D.C.
Urna delle Promesse (dove riporre la Promessa di Coppia)

ore 15.00
Storia ed Amore nel borgo di Sassocorvaro
Una Passeggiata nel tempo, alla scoperta della Rocca Ubaldinesca e dell’oratorio della SS.ma Trinità
ove sono conservate le reliquie di San Valentino Martire prete romano 42 D.C.
(Prenotazione obbligatoria) per info, costi e prenotazioni: Officina Creativa Montefeltro 3496530416

ore 16.00 Rocca Ubaldinesca
Amore per la nostra Terra
Gianluca Carrabs Presidente Assam
a seguire
Gran Teatro dei Ragazzi – ALADINO
spettacolo che tratta, attraverso un dialogo continuo con i bambini, il tema dell’Amore.

IMG_6545

IMG_6555

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Programma SanValentino 2015 PDF

Libretto SanValentino 2015

Sui passi della Maga FOLIA e MUTINO

postato in: San Valentino | 0

ROCCA UBALDINESCA, Venerdì 13 e Sabato 14 dalle ore 20,00
PASSAGGI DI PORTA IN PORTA SUI PASSI DELLA MAGA FOLIA E MUTINO.

Gli antichi misteri della Rocca si risvegliano ed accompagnano, nelle segrete stanze, gli amanti nel silenzio della notte.
A cura di “Villaggio RANCO”
Secondo la Leggenda, come si legge nell’opera di Luigi Michelini Tocci, le origini del nome del fiume Foglia sarebbero legate a Folia o Folìa una Maga che viveva in località della “Cupa” dove si svolgevano nelle ore più profonde della notte riti e magie. Una versione che ci piace narrare è quella di Ferriero Corbucci.
Nella tradizione contadina orale Folia, prima che Orazio la presentasse come una megera oscena (strega), era una mitica presenza, una ninfa fluviale ed agreste. Come Dafne, inseguita da Apollo che ardeva d’amore per lei, così Folia era amata da Mutino, un ragazzo bellissimo, astuto e pieno di ardore giovanile.
Folìa e Mutino s’incontrarono, si conobbero e s’innamorarono perdutamente, ma per una strana sorte legata all’errore incorso nel preparare un filtro magico, Folìa si trasformò in una vecchia strega e stravolta dal dolore si rifugiò in un antro perché Mutino non la vedesse. Mutino continuò invano a cercarla e a invocarla disperatamente per anni e anni. Folia stremata, ormai sul punto di morire, capì che l’amore si misura spesso con la sofferenza; erano le lacrime l’ingrediente che mancava al filtro magico, si alzò a preparare l’intruglio che operò il prodigio di restituirle le primitive sembianze. I due tornarono insieme e per rendere definitiva la loro unione diedero i propri nomi al fiume Foglia e all’affluente Mutino.
Oggi l’affluente Mutino continua ad incontrarsi con Foglia e le loro acque si ritrovano in una eterna danza.

proloco@sassocorvaroeventi.it

Programma SanValentino 2015 PDF
Mafa Folìa

 

1 2 3